LUCIFERO

SATIRA POLITICA

Nel 2008 l’allora Presidente del Consiglio Romano Prodi stava vendendo la gruviera Alitalia ai Francesi di Air France con una cifra di 1,7 miliardi.

Era una “sola” per i francesi, considerando che la compagnia di bandiera non faceva utili da anni, anzi, era diventata una vera bagnarola.

Continua a leggere

Come un trottolino amoroso, Giggetto O’Cretino, senza museruola, sta girando l’Italia in lungo e in largo per affrontare la campagna elettorale non più incentrata sul programma “..e il PD? e Renzi? e D’Alema?, ma anche Nicki? pure i comunisti…”, ma ha detto che vuole ascoltare il territorio.

Quest’uomo, anzi, questo vestito blu che cammina da solo su cui poggia una testa internamente vuota, non per volontà propria ma nato proprio così, tanto che il padre, appena venuto al mondo, lo fece subito analizzare dal laboratorio dell’ospedale e gli fu riscontrato un’elettroencefalogramma piatto. E’ proprio per questo che quando parla non esprime mai il suo punto di vista ed è giustificabile, sono ragioni oggettive. Continua a leggere

Con la sentenza numero 310 di dicembre 2013 della Consulta, la Suprema Corte ritenne illegittimo il ricorso dei docenti universitari contro il blocco degli stipendi dei pubblici dipendenti voluto dal governo.
La stessa Suprema Corte invece, alcuni mesi prima, aveva sentenziato l’illegittimità costituzionale della norma di legge che bloccava i meccanismi di adeguamento retributivo per il personale della magistratura.
Il 25 ottobre 2017 La Corte costituzionale ha ritenuto legittimo, respingendo ogni ricorso, il decreto Poletti sulle perequazioni pensionistiche, varato dal governo Renzi nel maggio del 2015, accusato dai proponenti di violare i principi di proporzionalità e adeguatezza del trattamento previdenziale.

Continua a leggere

Il Delfino
Quando l’altro giorno è apparso in televisione per una breve intervista, il Sindaco di Laterza, fino a qualche anno fa “LOGLIOBENEALMIOPAESE”, con quella sua aria da play boy “de noantri”, appena finito l’intervento di presentazione della candidatura a segretario provinciale del PD, era talmente raggiante ed euforico che sembrava di aver appena vinto “Lo Zecchino d’oro”.

All’intervistatore ha subito detto di voler tenere basso i toni del confronto.

Continua a leggere